I più non ritornano. Diario di ventotto giorni in una sacca sul fronte russo. Inverno 1942-1943

  • Title: I più non ritornano. Diario di ventotto giorni in una sacca sul fronte russo. Inverno 1942-1943
  • Author: Eugenio Corti
  • ISBN: 8842532363
  • Page: 303
  • Format:
  • I pi non ritornano Diario di ventotto giorni in una sacca sul fronte russo Inverno un diario della ritirata di Russia racconta gli avvenimenti vissuti dall autore e dai soldati italiani nei ventotto giorni che vanno dal pomeriggio del dicembre alla sera del gennaio
    un diario della ritirata di Russia racconta gli avvenimenti vissuti dall autore e dai soldati italiani nei ventotto giorni che vanno dal pomeriggio del 19 dicembre 1942 alla sera del 17 gennaio 1943, dopo lo sfondamento del fronte italiano ad opera delle divisioni sovietiche, e la conseguente distruzione del XXXV corpo d armata Un documento in cui gli eventi, gli uomini, le cose mantengono intatta sul filo della memoria di un giovane ufficiale che li visse in prima persona la loro tragica efficacia di puntuale resoconto quotidiano E allo stesso tempo non privo di una sua forza consolatoria.

    • [PDF] ↠ Free Read ↠ I più non ritornano. Diario di ventotto giorni in una sacca sul fronte russo. Inverno 1942-1943 : by Eugenio Corti í
      303 Eugenio Corti
    • thumbnail Title: [PDF] ↠ Free Read ↠ I più non ritornano. Diario di ventotto giorni in una sacca sul fronte russo. Inverno 1942-1943 : by Eugenio Corti í
      Posted by:Eugenio Corti
      Published :2019-04-12T18:24:03+00:00

    About Eugenio Corti


    1. Eugenio Corti Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the I più non ritornano. Diario di ventotto giorni in una sacca sul fronte russo. Inverno 1942-1943 book, this is one of the most wanted Eugenio Corti author readers around the world.


    219 Comments


    1. Un quadro nitido e dettagliato della ritirata dal fronte russo nell'inverno tra il '42 e il '43. La fuga di 30.000 uomini dalla morte. Dilaniati dai colpi dei nemici, consumati dalla fame e stremati da un freddo tagliente (capace di uccidere non meno del fuoco avversario) ben pochi faranno ritorno a casa. Un diario che, mentre riporta alla memoria le estreme crudeltà della guerra, ci permette di cogliere nei gesti di tanti quei sentimenti di fraternità e altruismo che gettano una luce di spera [...]

      Reply

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *